Chateauneuf du Pape Rouge AOP 2016 – Eric Texier

, , , , ,

Da viti settantenni della celebre vigna La Crau – dove si trova Vieux Telegraphe – lo Châteauneuf du Pape di Éric Texier si presenta subito come un grande vino: aromi intensi di cuoio, frutti di bosco dolci, note terrose, spezie e erbe provenzali. Al palato è corposo e deciso, con tannini maturi e ben strutturati, ben bilanciati dalla fresca acidità. Invecchierà bene per almeno 30 anni.

70,00 62,50

2 disponibili

Eric Texier nasce nel sud-ovest della Francia e trascorre i primi anni di vita tra anatre, sidro, vino e formaggi. Gastronomo di natura, dopo aver lavorato per qualche anno come ingegnere nucleare, si è votato alla vita da produttore di vino naturale nella Cotes du Rhone Nord oramai da 20 anni.

Produce i propri vini nella zona di confine meridionale della Cotes du Rhone Nord, risalendo il fiume, tra Montelimar e Valence, sulla riva destra nella Drome con i vigneti di  Brézème; sulla riva sinistra in Ardeche con i vigneti di Saint Julien en Saint Alban. Non a caso decide di fondare la propria azienda in questa zona, ma è a seguito di profonde ricerche storiche a cui è avvezzo, trovò che in quella zona la viticoltura prima dell’avvento della fillossera produceva vini di pregio.

È così che iniziò, amante delle sfide, a reinterpretare la vera Syrah e la Serine (antica varietà di Syrah in massale che si è adattata ad ogni sottozona del Rodano, Eric ne possiede due vigne vecchissime di 90 anni) producendo quelli che oggi sono tra le più sentite e territoriali espressioni di questo vitigno in epoca moderna.  Non a caso si ispira ancora oggi aprendo le poche ed ultime bottiglie che comprò in passato da Marcel Juge e Noel Verset.

Oltre alla Syrah ad Eric è cara la Roussanne che reinterpreta eccezionalmente in purezza a Brézème; proveniente da suoli particolarmente calcarei e ne risulta un bianco di grande complessità, con materia ma tutta in eleganza e soprattutto con una bevibilità inedita per la Roussanne in purezza.

Oggi Eric possiede in totale circa 12 ha di vigneto per una produzione che si aggira attorno alle 80.000 bottiglie.

L’idea di Eric è quella di produrre vini classici della Valle del Rodano Nord. Ed è così che Eric si rende testimone del passato. In vigna lavora in biologico apportando alcuni principi di permacoltura. In cantina riprende la tradizione locale: vinificazioni a grappolo intero in cemento ed affinamenti in tonneau e botte grande.

Al progetto di Eric oggi si unisce il figlio Martin con la sua energia ed il suo estro. Bere i vini di Eric è un po’ come viaggiare nel tempo, come assaporare una tradizione oramai tanto rara da definirsi scomparsa.

Ma non è finita qui, Eric per studio continua a produrre poche e confidenziali bottiglie da vigneti vecchi a Chateauneuf du Pape e sulla Cote Rotie, lo fa per piacere ed un po’ per studio, in ogni caso sono magistrali interpretazioni.

Il vino

Il Grenache proviene da La Crau (dove si trova Vieux Telegraphe), un vigneto esposto a nord nella parte NE della denominazione, dove i tannini raggiungono la maturazione fenolica lentamente, ma inesorabilmente e senza una gradazione alcolica eccessivamente alta. Molte delle viti hanno 70 anni o più. Il Mourvèdre proviene da un vigneto più giovane per contribuire con acidità alla struttura del vino. I grappoli interi vengono fermentati con lieviti autoctoni e una scarsa macerazione di una settimana senza follature. Il vino viene affinato in vecchie botti di rovere e imbottigliato non raffinato e non filtrato.

Provenienza: Francia, Valle del Rodano

Denominazione: Chateauneuf du Pape Rouge AOP

Vitigno: 95% Grenache e 5% Mourvèdre

Annata: 2016

Alcol: 14,5%

Formato: 0,75 l

Affinamento: 18 mesi in tonneaux

Abbinamenti: Carni rosse, risotti, formaggi maturi e piccanti

 Premi/Punteggi: 94/100 Vinous Antonio Galloni, 94/100 John Gilman

 

Peso 1 kg
Annata

2016

Colore

Rosso

Regione

Francia | Valle del Rodano

Filosofia Produttiva

Artigianale, Biologico, Lieviti indigeni, Naturale, Senza solfiti aggiunti, Vinnatur

Allergeni

Solfiti