Gragnano della Penisola Sorrentina DOC “Ottouve” 2018 – Salvatore Martusciello

, , , , , , , , ,

Il Gragnano è un viaggio nella napoletanità più verace. Per questo considerato a torto un vino “minore”. Ma di minore non ha assolutamente nulla, sopratutto quando parliamo del Gragnano di Salvatore Martusciello, uno dei maggiori artefici del rilancio di questo vino tipico della tradizione più antica. La verità è che questo è un vino emozionante, che parla della storia di un popolo. Un vino dalla beva immediata, succoso, lievemente frizzante, fresco ed estremamente piacevole. Capace di conquistare ogni palato, che sia esso neofita o esperto. L’abbinamento perfetto con la pizza margherita. Un sorso della gioia.

 

10,80

Esaurito

Dopo l’esperienza di Grotta del Sole, Salvatore Martusciello si mette in proprio e si lancia in una nuova avventura assieme a sua moglie Gilda. Il loro motto è “Vini di persistenza”, da contrapporre alle esperienze effimere che guidano i tempi moderni. Ma anche inteso come persistenza della loro storia e dei Campi Flegrei, dell’Agro Aversano e della Penisola Sorrentina. E per finire come persistenza sensoriale dei loro vini, che si fissano nella memoria di chi li apprezza, con personalità.

Vini ‘minori’ si dice, sconosciuti ai più, che non ammiccano sornioni, prodotti da uomini semplici e straordinari, che non vacillano sotto i colpi di un mercato che non li aiuta. Piccoli produttori che scrivono buone storie. Storie di tradizioni edi relazioni autentiche.

Il Vino

Il Gragnano della Penisola Sorrentina doc è per antonomasia il vino rosso della città di Napoli ed è considerato il miglior abbinamento con la verace pizza napoletana. Citato in racconti, poesie e commedie di cui la più famosa è senz’altro ‘Miseria e Nobiltà’ di Eduardo Scarpetta nella quale Totò – in veste di moderno sommellier – ne decanta le caratteristiche e termina con la celebre frase ‘se non è Gragnano, desisti’ .

É un vino rosso vivace – con sentori di viola, fragola, rosa e lampone – che va servito freddo e che per tradizione veniva bevuto dopo San Martino, quando ogni mosto diventa vino. Il nome OTTOUVE è un omaggio ai molteplici vitigni autoctoni che concorrono alla produzione del Gragnano: il piedirosso, l’aglianico, lo sciascinoso, la suppezza, la castagnara, l’olivella, la sauca, la surbegna.

Provenienza: Italia, Campania, Penisola Sorrentina

Denominazione: Gragnano della Penisola Sorrentina DOC

Vitigno: piedirosso, aglianico, sciascinoso, suppezza, castagnara, olivella, sauca, surbegna

Annata: 2018

Alcol: 11,5%

Formato: 0,75 L

Affinamento: in barriques francesi di secondo passaggio per 11 mesi del 30%, il restante 70% affinamento in acciaio + 6-12 mesi in bottiglia

Abbinamenti: Pizza napoletana, salumi, verdure, carne e piatti di pesce con il pomodoro

 

 

Peso 1 kg
Annata

2018

Colore

Rosso

Regione

Italia | Campania

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti potrebbe interessare…

  • Sconto
    Adding to cart
  • Esaurito
    Adding to cart
  • Esaurito
    Adding to cart