“Inkanto” 2020 – Radovic

, , , ,

Vivace e robusto, è anche un vino morbido e slanciato. I suoi profumi sono molto peculiari, dalla camomilla al chinotto, passando per fiori gialli, pera e note speziate di pepe verde. Al palato si distingue per la grande sapidità e freschezza, con chiusura pulita e persistente. Un vino che vi farà innamorare al primo sorso!

23,90

5 disponibili

COD: SKU1586PADIR-21-2 Categorie: , , , , Tag: , , , ,

“Le onde del mare si infrangono nella montagna e la vegetazione mediterranea  volge improvvisamente nella landa carsica. La Bora  plasma la natura e le persone che incontra e la pietra incornicia ogni veduta. Siamo sul Carso, terra arida, ma generosa. E’ qui,  in un angolo un po’ discosto dell’altopiano carsico, che inizia la nostra storia.”

Peter Radovic è uno dei giovani vignaioli più promettenti d’Italia. Da poco più di 1 ettaro di vigna è capace di sfoderare dei vini unici, che parlano di territorio e tradizione agricola. La produzione è totalmente fatta con metodi artigianali, la vigna è lavorata a mano, utilizzando solo concimi di origine organica e favorendo trattamenti sostenibili e naturali esclusivamente a base di rame e zolfo.

Radovic predilige solo varietà autoctone del Carso. Tra i vitigni a bacca bianca ci sono la sapida Vitovksa e l‘aromatica Malvasia istriana, mentre tra quelli a bacca rossa il tannico Terrano. Infine c’è il cuvee’ Inkanto, prodotto con Vitovska, Malvasia e 3 vitigni a bacca bianca non ancora risconosciuti.

In cantina ha scelto di realizzare dei tini in pietra locale per la macerazione dei vini, affidandosi a marmisti del luogo che da generazioni portano avanti queste antiche tradizioni. I tini in pietra favoriscono un maggiore controllo della temperatura durante la fermentazione, permettendo così di sviluppare una maggiore complessità aromatica. Per quanto riguarda l’energia, punta sulle fonti rinnovabili: l’impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, i pannelli solari per la produzione di acqua calda. Una filosofia basata sul lavoro in sinergia con la natura.

Il Vino

Provenienza: Italia, Friuli Venezia-Giulia, Carso

Denominazione: Vino Bianco

Vitigno: Malvasia Istriana 33%, Vitovska 33% + tre varietà non riconosciute 33%

Annata: 2020

Alcol: 12,50 %

Formato: 0,75 l

Affinamento: 12 mesi in in botti di rovere usate + 2 mesi in acciaio + 6 mesi in bottiglia

Abbinamenti: primi piatti di terra e mare, secondi di carne bianca o pesce, zuppe, formaggi di media stagionatura

Peso 1 kg
Annata

2020

Colore

Bianco

Regione

Italia | Friuli Venezia-Giulia

Filosofia Produttiva

Artigianale, Biologico, Lieviti indigeni, Macerato sulle bucce, Naturale

Allergeni

Solfiti