Barbera d’Asti DOCG 2019 – Fletcher

, , , , , ,

La “new wawe” delle Langhe passa, perché no, anche da altri continenti. Dave Fletcher porta dall’Australia la sua filosofia di vini naturali giocati su dinamismo e freschezza. Questa Barbera ha grande facilità di beva, ma non per questo perde in complessità. Il frutto, puro e goloso fa da contrappunto a note terrose e balsamiche; il tannino è elegante; il finale invoglia ad un nuovo sorso.

21,90

3 disponibili

Dave Fletcher è un giovane enologo australiano innamorato a tal punto del Nebbiolo che, dopo averne prodotto nel suo paese natale, nel 2012 decide di trasferirsi nelle Langhe. Qui collabora con alcune aziende fino a diventare responsabile di cantina di Ceretto. Parallelamente dà inizio al suo progetto personale, nel quale, considerandosi fortunato a non avere alcuna eredità da seguire, comincia da zero, “divertendosi” a decostruire la tradizione. Acquista e ristruttura la vecchia stazione ferroviaria di Barbaresco, ormai abbandonata, e ci ricava una cantina nel sotterraneo e un piccolo ristorante dove sorgeva la biglietteria. Le fermentazioni avvengono in quella che era la sala d’aspetto. Un posto affascinante che solo la visione incantata di uno straniero poteva valorizzare. La sua piccola produzione artigianale è di approccio biologico e biodinamico e si attesta sulle 12mila bottiglie. Produce tuttora un vino in Australia, molto particolare: un nebbiolo, ovviamente.

Il Vino

Provenienza: Italia, Piemonte, Langhe

Denominazione: Barbera d’Asti DOCG

Vitigno: Barbera 100%

Annata: 2019

Alcol: 13,5%

Formato: 0,75 l

Affinamento: in vecchie barriques

Abbinamenti: tartufi, primi piatti di terra, grigliate di carne, formaggi stagionati

Premi/Punteggi: 91/100 The Wine Front (2016)

Peso 1 kg
Annata

2019

Colore

Rosso

Regione

Italia | Piemonte

Filosofia Produttiva

Artigianale, Biodinamico, Lieviti indigeni, Naturale

Allergeni

Solfiti