Orcia DOC “Cenerentola ” 2005 – Donatella Cinelli Colombini

, , , , ,

Ci sono voluti 15 anni affinché Donatella Cinelli Colombini mettesse a punto questo vino. Un’uvaggio incomune da tempo abbandonato, un vino diverso da tutti gli altri, dalla grande longevità, prodotto solo nelle annate eccezionali. La storia di una Cenerentola che finalmente incontra il suo Principe Azzurro. La storia di una qualunque donna che accetta le sfide e desidera amare.

 

35,90

Solo 2 pezzi disponibili

La prima cantina italiana gestita interamente da donne che ha raggiunto il successo internazionale

Donatella Cinelli Colombini è una delle donne del vino più importanti non solo d’Italia, ma oseremmo dire del mondo. Il Casato Prime Donne è la prima cantina italiana gestita interamente da donne che ha raggiunto il successo internazionale grazie alla qualità dei suoi Brunello. La Fattoria del Colle è uno scrigno di memorie dove i turisti possono vivere nella nobile storia della campagna toscana in mezzo a una natura incontaminata e coltivata in modo biologico

Era il 1998 quando Donatella Cinelli Colombini lasciò la fattoria della sua famiglia per fondare la propria azienda composta dal Casato a Montalcino e dalla Fattoria del Colle a Trequanda. Insieme alle vigne e alle case da ristrutturare, Donatella aveva ricevuto una quantità di Brunello di Montalcino ancora in botte. Un vino che richiedeva cure quotidiane e quindi le serviva un cantiniere. Donatella telefonò alla scuola di enologia di Siena chiedendo di assumere un bravo studente ma le risposero di no perché bisognava prenotarlo con anni di anticipo; c’erano però molte “enotecnico donna” perché nessuna buona cantina le assumeva.

La costatazione di un grande divario fra le opportunità destinate a donne e uomini con la stessa qualifica professionale spinse Donatella Cinelli Colombini a creare un progetto finalizzato a ridurre questa discriminazione e dimostrare che la produzione di grandi vini non dipende dai muscoli ma dalla passione e dal talento che entrambi i sessi possiedono in egual misura. Nasce da questo episodio il Progetto Prime Donne.

Il vino

Cenerentola come la giovane della fiaba ha con due sorelle più grandi e più ricche. Il Vino Cenerentola appartiene alla denominazione Orcia Doc nata il 14 febbraio 2000 (giorno di San Valentino) fra i territori del Brunello di Montalcino e del Vino Nobile di Montepulciano. L’Orcia è dunque la più giovane fra due “sorelle” più ricche e invitate a stare sulla tavola dei principi e dei re.

La magia che porta Cenerentola a vincere sulle sorelle è conquistare il principe azzurro è un vitigno toscano abbandonato da quasi un secolo, il Foglia tonda, che insieme al Sangiovese forma un blend intrigante: il primo elegante e il secondo potente. Donatella Cinelli Colombini, quasi come la fata della fiaba punta su questa strana coppia e impiega 15 anni a mettere a punto un vino: coltivazione delle viti, vendemmia, vinificazione e maturazione in botte.

Un lavoro tenace che porta sempre più su le vendite e i giudizi della stampa internazionale. Cenerentola comincia a diventare un vino cult diverso da tutti gli altri e con un una coroncina in etichetta perché, come nella fiaba, anche il vino ha ora il suo principe azzurro.

E’ un vino nato sotto il segno dell’amore “sei la mia Cenerentola” “e tu sei il mio principe”. Nell’etichetta c’è una donna senza volto che scende una scala, di notte, nelle colline toscane.


Provenienza: Italia, Toscana, Colli Senesi

Denominazione: Orcia DOC

Vitigno: Sangiovese e Foglia Tonda

Annata: 2005

Alcol: 14,5%

Formato: 0,75 l

Affinamento: 12 mesi in tonneaux 5 hl di rovere francese e in piccole botti

Abbinamenti: Primi piatti di carne, lasagne, funghi, formaggi maturi

Peso 1 kg
Annata

2005

Colore

Rosso

Regione

Italia | Toscana