Lupicaia 2004 – Castello del Terriccio

, , , , , ,

Provenienza: Italia, Toscana

Denominazione: Toscana IGT

Vitigno: Cabernet Sauvignon 85%, Merlot 10%, Petit-Verdot 5%

Annata: 2004

Alcol: 14,5%

Formato: 0,75 l

Affinamento: 18 mesi in barriques di rovere

Abbinamenti: Carni rosse, cacciagione, formaggi

Premi/Punteggi: 93/100 Wine Enthusiast, 92/100 Wine Spectator, 91/100 Wine & Spirits Magazine, 93/100 CellarTracker

 

109,90

Solo 1 pezzi disponibili

Castello del Terriccio vanta una lunghissima storia. Il Castello di Doglia, noto appunto come Terriccio, risale al Medioevo, quando aveva una funzione militare. In seguito il Terriccio fu acquistato dai principi Poniatowski, emigrati dalla Polonia, ai quali la proprietà appartenne fino alla prima guerra mondiale. I Poniatowski trasformarono la realtà fortificata del castello in un’attività agricola.

La moderna storia del Terriccio ha inizio nel primo dopoguerra, quando la Tenuta viene acquisita dai conti Serafini Ferri, famiglia d’appartenenza dell’attuale proprietario Gian Annibale Rossi di Medelana. Con gli importanti interventi di miglioramento fondiario realizzati negli anni venti, i Serafini Ferri portarono l’azienda ad una fisionomia molto vicina a quella attuale. A Gian Annibale Rossi di Medelana va il merito di aver consacrato Castello del Terriccio a luogo di ricerca dell’eccellenza nei vigneti e nei vini difendendo un patrimonio territoriale di grande valore che ha conservato intatti l’antico carattere e la straordinaria bellezza. Dopo aver ereditato l’azienda, egli decide di rifondarla votandola alla vitivinicoltura di altissima qualità.

Il vino

E’ il vino di punta dell’Azienda, o meglio il vino che ha fatto conoscere l’azienda nel mondo. Il suo nome trae origine dall’omonima collina dove tradizionalmente si avvistavano i lupi. Il Lupicaia nasce dall’attenzione e dalla cura posta in tutti i processi della sua produzione, come la selezione manuale dei migliori grappoli e l’invecchiamento nelle botti di legno.

Al naso il vino si presenta con aromi di ribes, una balsamica mineralità e sentori di spezie. E’ un vino rosso corposo, affinato in barriques nuove d’Allier, ricco e strutturato: un vino da invecchiamento e meditazione.

Abbinamenti

Può essere abbinato a piatti quali carne grigliata, piatti ricchi di funghi, carne con salsa di cioccolata e formaggi stagionati.

Peso 1 kg
Annata

2004

Colore

Rosso

Regione

Italia | Toscana

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.